Una  serata all’insegna della verità!!!

Già perché dire la verità con la Fotografia fa bene alla salute di tutti.
Sono stato ospite ieri sera del La Filanda Fotoclub di Mogliano Veneto.
E’ sempre un piacere portare la testimonianza del proprio fare come fotografo di matrimonio. Prima di ogni evento del genere mi interrogo sempre per capire come devo approcciare, cosa dire , come gestire la situazione. Ogni volta mi ripropongo di offrire alle persone la mia parte più vera, quella che da sempre mi contraddistingue. Sono convinto che necessita parlare alle persone di quelle che sono effettivamente le reali situazioni che mi trovo ad affrontare di volta in volta nello svolgere il lavoro.

Devo fare questo per amor proprio e per dare la realtà dei fatti alle persone.

Qui non si possono creare falsi miti. Stare in questo mercato e fare il fotografo di matrimonio ha dei costi e dei vantaggi.

Fare il fotografo oggi è uno stare sempre in bilico con il piede sul burrone, altro che lavoro facile.

La passone della Fotografia è una cosa, fare impresa e stare in un mercato dal rapido cambiamento con una evoluzione e innovazione tecnologica pazzesca è ben più difficile , causa la sconsiderata idea , il luogo comune che fa pensare che fare una foto sia semplice.

Fare un’immagine è semplice , fare Fotografia con la F maiuscola, vuol dire tempo energie e investimenti come tutte le imprese di questo mondo.

D’altrocanto necessita essere autentici, senza fronzoli. E’ finita l’epoca dei fotografi  “Pavoni”…

Catturare attimi ed emozioni delle persone vuol dire sentirle , percepire il loro battito animale, arrivare un millesimo di secondo prima che l’azione si evidenzi davanti ai miei occhi. Voglio assolutamente stare distante da una rappresentazione patinata, colma di grandi esaltazioni e boria personale. Io sono quello che vedete un uomo con i suoi pregi e suoi limiti e sono quello che faccio ogni giorno e si vede nelle mie immagini e… niente di più.

Dopo aver presentato il mio lavoro di fotografo di matrimonio con una serie di immagini di matrimonio in slide show con musica sono stato molto felice di poter appassionare i presenti in sala, una trentina di fotoamatori, con la prosa della mie poesie scritte dal 2012 al 2016 . Queste poesie sono state composte in una bella pubblicazione ,  redatta dall’amico Stefano Paladini, art director dal grande senso estetico. Dentro ho inserito le immagini che faccio per mia ricerca fotografica personale, uscendo dal mondo delle foto di matrimonio.

Qui vi lascio una mia poesia a cui tengo molto:

SENZA TEMPO 01/04/2012
Ho lasciato la tua mano
li sulla spiaggia
senza tempo
e con la voglia di correre incontro alla vita.
Ho preso la mia strada.
E’ senza tempo questo ricordo
che vivrà..lo so
aldilà della linea di confine tra cielo e mare.

Tra il pubblico è stato un vero onore ricevere la visita di un vecchio amico e fotografo di spessore internazionale quale è il mitico Bruno Carnevali, che con la sua piccante critica riesce sempre ad appassionare il dibattito pubblico.

Ho ricevuto il plauso del pubblico presente, e ciò fa sempre piacere , ma attenzione per me il successo resta quello che cita la bella poesia di Waldo Emerson, “che recita così:

“Ridere spesso e amare molto;
ottenere il rispetto di persone intelligenti e l’affetto dei bambini;
prestare orecchio alle lodi di critici sinceri e sopportare i tradimenti di falsi amici;
apprezzare la bellezza; scorgere negli altri gli aspetti positivi;
lasciare il mondo un pochino migliore, si tratti di un bambino guarito, di un’aiuola o del riscatto di una condizione sociale;
sapere che anche una sola esistenza è stata più lieta per il fatto che tu sei esistito.
Ecco, questo è avere successo.
Ralph Waldo Emerson

Ringrazio ancora i presenti e gli organizzatori , in particolare Luciano De Ambrosi per la grande e fattiva collaborazione.

La verità….innanzitutto, e poi ridere spesso e amare molto…..tutto il resto viene dopo.